di:  

Società in Accomandita Semplice: quali attività può esercitare?

Una società in accomandita semplice o s.a.s., si classifica quale società di persone operante sia in attività commerciali che non commerciali e distinta dalla presenza di due soci, ovverosia, il socio accomandatario e il socio accomandante. Quali solo le caratteristiche di questi due soci?

Società in Accomandita  Semplice: disciplina normativa

La s.a.s. è disciplinata ai sensi degli artt. 2313 e 2324 del codice civile. Nella società in accomandita semplice i soci accomandatari rispondono solidalmente  e illimitatamente per le obbligazioni sociali e i soci accomandanti rispondono limitatamente alla quota conferita. Le quote di partecipazione dei soci non possono essere rappresentate da azioni (art. 2313 c.c.).

L’atto costitutivo deve contenere al suo interno  i soci accomandatari e i soci accomandanti.  Le società in accomandita semplice nell’espletamento delle proprie attività sono sottoposte all’apertura di una partita Iva, alla consueta iscrizione alla Camera di Commercio per le attività inerenti e alla tenuta di un registro societario.

La s.a.s. si separa dalla società in accomandita per azioni, in quanto, nel primo caso, si applica il complesso di norme riguardanti le società in nome collettivo. Nel secondo caso, invece, si attua la disciplina delle società per azioni.

Il capitale sociale o capitale di rischio, quale insieme dei beni conferiti dai soci all’atto di costituzione della società è suddiviso in rispettive quote. Ogni socio è in possesso di una quota commisurata e rapportata a quanto versato. Le diverse quote non saranno mai organizzate in azioni, in quanto, ciò porterebbe alla definizione di una società in accomandita per azioni.

Le società in accomandita semplice non sono titolari di situazioni di autonomia patrimoniale perfetta, dal momento che non possiedono personalità giuridica e conseguentemente dispongono di un’autonomia patrimoniale di tipo imperfetta.

S.a.s.: quali sono le differenze tra i due soci?

E’ possibile distinguere due tipi di soci: soci accomandanti e soci accomandatari. Nel primo caso, i soci rispondono nei confronti della società limitatamente alla quota conferita. La loro attività viene esercitata attraverso la leadership degli amministratori. I soci accomandanti dovranno però ricevere diverse comunicazioni, quali, bilancio annuale, profitti, perdite nonché controlli dei libri contabili.

Diversa, invece, è la posizione dei soci accomandatari che rispondono solidalmente per le obbligazioni sociali e rappresentano la società. Il loro ruolo coincide con i così denominati  manager societari.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Iscriviti alla newsletter

    La tua email *

    Numero di cellulare

    Nome *

    Cognome *

    *

    *

    Informativa privacy per newsletter Ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (EU) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali, da te liberamente conferiti, saranno trattati da 4Business Editore srl, prevalentemente con mezzi informatici... leggi tutto