IL MAGAZINE DEDICATO ALLE
INVESTIGAZIONI & SCIENZE FORENSI

di:  

Deepfake: la nuova frontiera del falso d’autore

Credo a ciò che vedo. O forse no? Giovedì 28 gennaio il Professore Sebastiano Battiato sarà presente in streaming alla terza giornata del Forensic Virtual Summit, con temi legati al deepfake e alla nuova frontiera del falso d’autore.

Ormai lo sapete, il 28 gennaio, la giornata conclusiva delle tre giornate dedicate interamente al mondo forense è alle porte. Il Forensic Virtual Summit, manifestazione che ha ospitato profesionisti nazionali ed internazionali, chiuderà in bellezza con il Professore Sebastiano Battiato ed il focus che svolgerà dal titolo “Deepfake, la nuova frontiera del falso d’autore”.

Conosciamolo meglio. Sebastiano Battiato presta servizio presso il Dipartimento di Matematica ed Informatica come Professore Ordinario in Informatica (dal 2016). I suoi interessi di ricerca includono il miglioramento di qualità e la compressione di segnali multimediali, i sistemi di imaging legati al mondo embedded, il multimedia forensics e la Computer Vision applicata in contesti industriali e consumer. Docente dei corsi di Computer Vision e Computer Forensics presso l’Università degli Studi di Catania e di alcuni corsi di dottorato. Invited speaker presso eventi scientifici internazionali (IEEE WIFS – Italy, 2015, EU IAI Interpol- Lyon 2016, ACIVS 2016 – Lecce 2016 – ACM CompSysTech, Palermo 2016) e nazionali. Ha partecipato a diversi progetti di ricerca nazionali ed internazionali. Esperto valutatore di progetti di ricerca in ambito internazionale Pluridecennale esperienza di collaborazione tecnico- scientifica con aziende ICT (es. STMicroelectronics, TIM JOL Wave, ParkSmart, iCTLab, TechLabWorks, Centro Studi, ecc.) ed Enti Istituzionali e di Ricerca (Comuni, Forze di Polizia, Magistrati, INGV, ecc.) che hanno finanziato innumerevoli contratti di ricerca e finanziato diverse borse di dottorato su specifici programmi di ricerca legati al mondo dell’Imaging e della Computer Vision.

Da diversi anni si occupa del cooordinamento tecnico-scientifico del gruppo di ricerca IPLAB (iplab.dmi.unict.it) all’interno del quale ha supervisionato più di 15 dottori di ricerca e diversi post-doc. Ha svolto attività di consulenza per conto delle Procura in diverse sedi su tematiche legate all’Imaging in ambito forense. Ha pubblicato diversi libri e più di 250 lavori su riviste, congressi internazionali e capitoli di libri. Risulta inoltre co-inventor di circa 20 brevetti internazionali Ha fondato nel 2007 e attualmente riveste il ruolo di direttore scientifico della scuola estiva ICVSS (International Computer Vision Summer School). Vincitore del premio 2017 PAMI Mark Everingham Prize.

I deepfake sono uno dei fenomeni più interessanti nella attuale società digitale e sollevano preoccupazione tra gli studiosi di investigazioni digitali e multimedia forensics.
Si dice spesso “Credo a ciò che vedo”, ma pare che i deepfake abbiano completamente ribaltato questo concetto.

Vieni a scoprirne di più domani giovedì 28 gennaio in live streaming al Forensic Virtual Summit

Clicca qui e iscriviti ora

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp