di:  

Tra contatto comunicativo e osservazione persuasiva: la Programmazione Neuro Linguistica

La PNL-Programmazione Neuro Linguistica-studia l’interazione umana con l’obiettivo di indagare le strategie e i processi alla base dei comportamenti e delle attività antropiche.

La teoria della PNL si basa su un’affermazione del filosofo Alfred Korzybsky: “la mappa non è il territorio”, utilizzata per sottolineare quanto e come noi sperimentiamo la realtà che ci circonda attraverso i 5 sensi. Secondo questo autore la mappa, che rappresenta il nostro sistema di credenze, determina la nostra interpretazione del mondo e questa esposizione incide direttamente sulla qualità dei nostri pensieri, emozioni e comportamenti. La mappa del mondo ha un ruolo fondamentale sul nostro benessere psicofisico: proprio perché siamo noi ad averla costruita, allo stesso modo ed entro certi limiti possiamo modificarla per renderla più funzionale ai nostri obiettivi di vita. Ogni esperienza è soggettiva ed è il nostro cervello a costruire immagini che in realtà non esistono.

Lo studio dei contenuti della PNL è sicuramente utile per definire un approccio diverso nell’ambito della comunicazione e dell’osservazione criminologica. Ad oggi però, non esistono evidenze che dimostrino la validità di alcune fra le più celebri teorie difese dai creatori della PNL.

La storia della PNL è attraente, curiosa e anche sorprendente. Conoscerla consente di acquisire in maniera approfondita la filosofia e i concetti di base che hanno permesso a questa disciplina di diventare un movimento  che influenza e non poco le aree dello sviluppo umano.

Cosa può essere una parola se non una rappresentazione della realtà? Quando pronuncio l’espressione “casa”, sto emettendo delle frequenze acustiche che vengono reinterpretate dal mio sistema uditivo in un concetto mappato nella mia mente: ovvero “casa”. Le informazioni giungono a noi attraverso tutti i sensi ma sono elaborate attraverso alcuni canali sensoriali privilegiati visivo, uditivo e cinestesico, seguendo una determinata strategia. Ogni essere umano si rappresenta sostenendo uno di questi tre canali che diverrà il suo sistema rappresentazionale della realtà primario.

E’ inoltre importante introdurre il concetto di metamodello, struttura formale che trae origine dalla Linguistica Trasformazionale e descrive gli schemi regolari e ricorrenti del nostro modo di divulgare un qualcosa. La comunicazione quotidiana è una rappresentazione sintetica di ciò che è presente nel nostro io più profondo e spesso, quando i messaggi sono incompleti, interviene il metamodello attraverso tre processi: generalizzazione, cancellazione, deformazione. Questi schemi linguistici possono risultare evocativi in maniera indiretta e permettono alla persona di guardare dentro sé stesso, utilizzando un’immaginazione creativa.

Tutti noi possiamo apprendere e perché no, trarre benefici dalla PNL. Oggi viene utilizzata soprattutto nell’ambito della crescita personale, per affrontare nuove sfide anche professionali, per parlare in pubblico, motivando e auto motivandosi al fine di raggiungere risultati e obiettivi desiderati.

Ognuno di noi ha tutte le risorse di cui ha bisogno, ma le possiede a livello inconscio; tutto ciò che dobbiamo fare è renderle disponibili dove servono” R. Bandler & J. Grinder.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Iscriviti alla newsletter

Informativa privacy per newsletter Ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (EU) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali, da te liberamente conferiti, saranno trattati da 4Business Editore srl, prevalentemente con mezzi informatici... leggi tutto