di:  

legal tech

Legal Tech, Italia in ritardo rispetto agli altri Paesi europei

Il mercato italiano del Legal Tech è in ritardo rispetto al resto d’Europa: PA e professionisti del settore si dimostrano ancora poco inclini al cambiamento

Recenti studi hanno evidenziato che il mercato del Legal Tech in Italia è rimasto indietro rispetto a molti Paesi europei e nazioni come Stati Uniti, Australia, e in ultima istanza anche alcune regioni dell’Asia. Le startup e le scaleup italiane del settore sono ancora troppo poche e non beneficiano di grandi investimenti. Eppure, l’innovazione nel settore legale potrebbe portare notevoli vantaggi per le imprese e i professionisti. Innanzitutto, perché i servizi offerti consentirebbero alle aziende di semplificare il lavoro, soprattutto per quanto riguarda le mansioni ripetitive e a basso valore aggiunto. In secondo luogo, avvocati e giuristi potrebbero concentrarsi di più sulle attività ad alto valore aggiunto ed incrementare la qualità dei servizi offerti.

Tra i vari Paesi del Vecchio Continente, il Regno Unito è quello che spicca di più per volume di aziende e servizi in questo specifico ambito. Una recente indagine ha evidenziato che le startup e le scaleup Legal Tech inglesi stanno crescendo ad un tasso del 101%, superando il comparto Fintech, Climate Tech e Smart Health. A partire da dicembre 2020, circa 200 imprese del settore hanno attratto complessivamente 674 milioni di sterline di investimenti e impiegano oggi oltre 7.000 persone. Questo volume è destinato ad aumentare fino a raggiungere quota 2,2 miliardi di sterline di investimenti annuali e di creare circa 12.500 posti di lavoro entro il 2026. Una situazione inimmaginabile per l’Italia.

Il ritardo del nostro Paese è da additare, in parte, a una mentalità poco incline al cambiamento ed estremamente legata alla tradizione. Di conseguenza, anche gli imprenditori che vorrebbero trovare soluzioni innovative si sentono scoraggiati da un settore che stenta a muoversi. Rispetto agli altri Paesi europei, l’Italia non attrae molti investimenti, sia per le dimensioni ridotte del mercato legale che per la scarsa attrattività. Infine, nonostante la pandemia abbia evidenziato alcune lacune tecnologiche del mondo forense, la digitalizzazione non ha ancora attecchito come dovrebbe, con molti Tribunali e Giudici di Pace minori che non si sono adeguati al cambiamento.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Iscriviti alla newsletter

Informativa privacy per newsletter Ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (EU) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali, da te liberamente conferiti, saranno trattati da 4Business Editore srl, prevalentemente con mezzi informatici... leggi tutto