IL MAGAZINE DEDICATO ALLE
INVESTIGAZIONI & SCIENZE FORENSI

di:  

Deep Learning & AI

Intelligenza artificiale e analisi in tempo reale da sistemi automatizzati

Ciò che veniva, in passato, definito fantascienza, oggi è diventato realtà grazie al Deep Learning e all’Intelligenza Artificiale (AI). Le varie informazioni che una telecamera riesce a catturare, non sono più archiviate, ma hanno la possibilità di essere analizzate in tempo reale dai sistemi automatizzati.

Il Deep Learning usa reti neurali, che vengono utilizzate in potenti computer per imparare autonomamente i rilevamenti sull’analisi dei dati. Con l’entrata dell’intelligenza artificiale, all’interno dei circuiti di videosorveglianza, si possono riconoscere: immagini, testi e voci.

Con questa nuova metodologia di indagine è possibile:

. Distinguere un umano, da un animale o un oggetto;

. Riconoscere un volto tra la folla;

. Contare il numero di oggetti e/o persone in un determinato punto;

. Analizzare veicoli in base a targa, modello o colore;

. Estrapolare l’età media e il sesso di una persona;

. Rilevare dettagli come occhiali, cappelli, barba, ecc;

. Riconoscere (ad oggi) cinque espressioni facciali: tristezza, felicità, sorpresa, rabbia e tranquillità.

Questi nuovi sistemi sono in grado di stabilire se ci si trova in ambiente neutro o minaccioso. Tramite questo nuovo macchinario è possibile analizzare ogni cosa, anche il linguaggio del corpo o l’ambiente circostante. Con la Machine Learning è possibile avere a disposizione un’infinità di informazioni su ciò che ci circonda.

Diverse soluzioni, per poter operare in condizioni ottimali, vengono offerte dal gruppo Spark. Piattaforme all’avanguardia come ARGO, completa di recorder in grado di registrare e gestire i flussi video; una directory service per la gestione degli utenti; un sistema che permette di integrare altri sistemi e gestire compiti diversi. Un altro prodotto, molto performante, è il EVA perimeter, una soluzione base per la salvaguardia dell’area perimetrale, ideata e progettata per spazi di piccola e grande scala.

Uno degli ultimi progetti messi a punto grazie all’intelligenza artificiale e la video sorveglianza, è stato presentato a Roma. Si tratta di una grande control room in grado di effettuare un riconoscimento facciale, il quale prende il nome di “Progetto Smart Security”. Il sistema di video sorveglianza dello Stadio Olimpico di Roma vedrà una notevole implementazione del sistema di videosorveglianza con delle telecamere ad hoc, dedicate per lo più alla zona centrale delle curve.

Enormi passi avanti grazie all’AI, una rivoluzione tecnologica nell’ambito della sicurezza e della videosorveglianza in generale. Oggi, è possibile avere un nuovo approccio verso l’estrapolazione dei contenuti, dalle immagini delle telecamere, basandosi per l’appunto alle nuovissime tecnologie di Deep Learning. Un apprendimento profondo, basato sulle stesse caratteristiche di cui è composto il cervello umano, un processo stratificato che è in grado di fa classificare e memorizzare i dati al suo processore.

Il vantaggio è il riconoscimento facciale e la classificazione delle immagini, qualità che rendono la tecnologia estremamente competitiva nel campo della sicurezza. Grazie a queste novità la Lan & Wan Solutions è riuscita a consolidare un approccio in grado di dare risposte rapide alle varie esigenze dei clienti.

Ma questa nuova realtà potrebbe mettere in pericolo la nostra libertà e privacy?

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp